4.4/5

Vedi 3 recensioni
5 1 recensione
33.333333333333%
4 2 recensioni
66.666666666667%
3 0 recensioni
0%
2 0 recensioni
0%
1 0 recensioni
0%
Vedi 3 recensioni

Informazioni su Esse.ci.comfort

idrotermosanitaria - riscaldamento - pannelli solari - energia alternative - impianti elettrici - risparmio energetico
Tutto il nostro lavoro è fatto con grande attenzione per il risparmio energetico, dall'idea alla costruzione finale
La professionalità al tuo servizio a Genova e Liguria

Qual è il vostro slogan?

LA NOSTRA FILOSOFIA Capire che il recupero energetico parte dalle abitudini di ognuno, dall'utilizzo adeguato di determinate tecnologie, dal conoscere la loro esistenza.Perché è l'uso intelligente delle risorse che contribuisce alla tutela del clima e dell'ambiente nel tempo. Sistemi per il comfort abitativo civile e industriale Gentile cliente, RELAZIONE TECNICA PROPOSTE ALTERNATIVE PER LA GIUSTA TECNICA IMPIANTISTICA E DELLE MIGLIORI STRATEGIE GESTIONALI ci sembra opportuno e doveroso far luce sulle tecnologie attualmente presenti sul mercato e in particolare sulle tecnologie più moderne e collaudate che consentono di ottenere il miglior comfort ambientale e salutare con il massimo del risparmio energetico e quindi con il minor costo gestionale possibile. Il fabbisogno energetico di un impianto di riscaldamento o di produzione di acqua calda sanitaria presenta forti variazioni nel tempo sia in dipendenza della quantità di persone presenti nelle zone riscaldate e/o utilizzatrici che delle variazioni dei fattori climatici esterni. Risulta facile capire che un impianto termico che riesca a rispondere in tempo reale alle richieste fornendo solo l’energia richiesta presenta notevoli vantaggi economici. Progettare significa prevedere...... e per prevedere la soluzione più adatta al nostro comfort,bisogna valutare in anticipo le nostre esigenze e le opportunità di scelta: Quali saranno le condizioni climatiche peggiori che dovrà affrontare la nostra abitazione? Quali sono i punti critici della nostra casa, dove il caldo tende a fuoriuscire? Come è possibile intervenire e che tipo di isolamento è conveniente adottare? Che cos’è la certificazione energetica degli edifici? Qual è l’impianto più adatto a riscaldarci? Quali prodotti e tecnologie offre il mercato? Qual è il combustibile che ci consente di abbattere maggiormente le spese per il riscaldamento? Quali sono i vincoli imposti dalla normativa di legge? Cosa bisogna fare per avere un impianto “a norma”? Che cosa sono le fonti di energia rinnovabile? Possiamo ricorrere a tali fonti? Sono previste delle agevolazioni fiscali per la tipologia di impianto che intendiamo adottare? Ottenuta una risposta ad ognuna di queste domande, saremo partiti con il piede giusto per qualunque percorso progettuale. Un progetto, nella nostra filosofia aziendale, non è una delle tante“carte” che servono ad “accontentare” l’Ufficio Tecnico Comunale. Un progetto è il documento indispensabile per la corretta esecuzione dell’impianto, con tutte le informazioni esposte in maniera semplice e dettagliata. Non si tratta di una fotocopia da allegare alla Concessione Edilizia della nostra abitazione, ma una specie di “lista della spesa” che attesta le nostre scelte, fatte sulla base di una consulenza mirata e di convinzioni motivate. Dobbiamo riempire il nostro carrello della spesa con l’energia che più ci soddisfa: non con i prodotti scelti da qualcun altro, non con l’energia degli speculatori di mercato, ma con l’energia pulita... l’energia che riflette il nostro impegno per il risparmio energetico e la salvaguardia dell’ambiente. Grazie all’esperienza maturata direttamente sul campo, siamo in grado di soddisfare i nostri clienti in ogni fase del percorso : dalla consulenza sui sistemi più innovativi nel campo della climatizzazione e impianti idrotermosanitri alla scelta della soluzione impiantistica ideale per il massimo risparmio energetico, la redazione del progetto esecutivo, fino al rilascio finale della Dichiarazione di Conformità. Un documento, quest’ultimo, che acquista una particolare valenza : non è un’altra semplice “carta” che chiude l’iter burocratico, ma è un attestato della regolare esecuzione dei lavori, in cui certifichiamo il pieno rispetto della legislazione vigente e forniamo tutti gli schemi grafici dell’impianto realizzato. E’ un documento che garantisce la validità degli impianti della nostra abitazione, un attestato di responsabilità inequivocabile dell’installatore, un supporto utilissimo in caso di interventi di manutenzione straordinaria ed un valore aggiunto al nostro immobile in caso di vendita. Date un Valore alla Vostra casa ? Costruire secondo canoni ben precisi che mirano all' isolamento termico oggi giorno è anche obbligatorio. Infatti la nuova normativa prevede che per le nuove abitazioni (ma anche quelle già esistenti) le stesse siano dotate di un certificato che attesti il loro isolamento termico e che lo stesso sia stato realizzato seguendo determinati criteri imposti per legge. Con il nuovo decreto del 06/10/2006 il certificato energetico è dunque obbligatorio da tale data. Tuttavia fino a quando non vi saranno linee guida ufficiali (così come prevede l' art. 5 del nuovo decreto) il certificato energetico potrà essere sostituito da un attestato di qualificazione redatto dal progettista o dal direttore dei lavori. Il nuovo decreto in materia di risparmio energetico prevede che anche i vecchi edifici e comunque tutti quelli esistenti siano dotati di certificato energetico. La cosa naturalmente sarà graduale. Dal 1° luglio 2007 il certificato che attestante la capacità di risparmio energetico diventerà necessario anche per gli edifici esistenti o in fase di costruzione alla data di entrata in vigore del dlgs 192/2005, ma solo nel momento della compravendita. Sempre dal 1° luglio 2007 diventa obbligatorio il “bollino verde” anche per gli edifici superiori ai 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell'intero immobile. Dal 1° luglio 2008 l'obbligo viene esteso anche agli immobili di superficie inferiore ai 1000 metri quadrati, ma sempre nel caso di compravendita dell'intero immobile. Soltanto dal 1° luglio 2009 l'attestato di efficienza energetica non potrà mancare anche nelle compravendite di singoli appartamenti. Il decreto prevede inoltre l' obbligatorietà per i nuovi edifici dell' installazione di impianto solare termico per riscaldamento dell' acqua ed impianto fotovoltaico Da molti anni,offriamo ai clienti il “global system” cioè il sistema di impianti termoidraulici,elettici e opere in genere chiavi in mano così facendo eliminiamo al cliente il fastidio di operare con più aziende e avere noiose seccature,in caso di lavori non eseguiti alla regola dell’arte alla consegna dei lavori. La targa energetica indica la classe di efficienza energetica dell' immobile diagnosticato dal certificatore. E' un documento semplice ed intuitivo che mostra velocemente quanto un edificio è attento al risparmio energetico. Le classi sono 8, vanno da G (basso risparmio) ad A+(alto risparmio) La targa va affissa negli edifici pubblici, deve avere la massima visibilità e va aggiornata qualora venga modificato l' ACE La ristrutturazione energetica prevede una centralità negli aspetti ambientali ed energetici al momento della riqualificazione di edifici, abitazioni o parti di città. L' Attestato di Qualificazione Energetica è un documento che sintetizza le caratteristiche energetiche dell' edificio, è molto importante perché permette di valorizzare quegli edifici ad alto rendimento energetico aumentandone il valore immobiliare. C'è molta confusione sulla realizzazione di questo documento e riceviamo quotidianamente decine di telefonate di cittadini che non sanno come comportarsi. L' AQE , a differenza delĺ ACE può essere redatto da un tecnico abilitato anche coinvolto nei lavori dell' edificio in questione (esempio progettista o direttore dei lavori). Fino al 2009 L' AQE sostituiva L' ACE per quelle regioni che ancora non avevano provveduto ad emanare decreti attuativi del D.M. 26/6/09. Oggi, precisamente dal 26 Luglio 2010 secondo la legge l ́ AQE non ha più valore, l ́ unico documento e ́ l ́ ACE: redatto da un certificatore abilitato, sotto la sua responsabilità.. Ricordiamo tuttavia che molti uffici tecnici ancora richiedono l ́ AQE. 1.1.1 Cos' è il certificato energetico? E' un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento. E' uno strumento di controllo per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al momento della progettazione e realizzazione e uno strumento di informazione dell'acquirente al momento dell' acquisto o della locazione dell' immobile. Più precisamente va chiamato Attestato di Certificazione Energetica (ACE) per non confonderlo con l' Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) 1.1.2 L' attestato di Certificazione Energetica 1.1.2.1 Quando va fatta la certificazione energetica? Secondo la normativa vigente, in particolare al D.M. 26/06/2009 (Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici) in conformità alla direttiva 2002/91/CE l'ACE va realizzato dal 1° Luglio 2009 in caso di compravendita di immobili e dal 1° Luglio 2010 in caso di locazione onerosa. La targa va affissa negli edifici pubblici, deve avere la massima visibilità e va aggiornata qualora venga modificato l' ACE La ristrutturazione energetica prevede una centralità negli aspetti ambientali ed energetici al momento della riqualificazione di edifici, abitazioni o parti di città. L' Attestato di Qualificazione Energetica è un documento che sintetizza le caratteristiche energetiche dell' edificio, è molto importante perché permette di valorizzare quegli edifici ad alto rendimento energetico aumentandone il valore immobiliare. C'è molta confusione sulla realizzazione di questo documento e riceviamo quotidianamente decine di telefonate di cittadini che non sanno come comportarsi. L' AQE , a differenza delĺ ACE può essere redatto da un tecnico abilitato anche coinvolto nei lavori dell' edificio in questione (esempio progettista o direttore dei lavori). Fino al 2009 L' AQE sostituiva L' ACE per quelle regioni che ancora non avevano provveduto ad emanare decreti attuativi del D.M. 26/6/09. Oggi, precisamente dal 26 Luglio 2010 secondo la legge l ́ AQE non ha più valore, l ́ unico documento e ́ l ́ ACE: redatto da un certificatore abilitato, sotto la sua responsabilità.. Ricordiamo tuttavia che molti uffici tecnici ancora richiedono l ́ AQE. 1.1.1 Cos' è il certificato energetico? E' un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento. E' uno strumento di controllo per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al momento della progettazione e realizzazione e uno strumento di informazione dell'acquirente al momento dell' acquisto o della locazione dell' immobile. Più precisamente va chiamato Attestato di Certificazione Energetica (ACE) per non confonderlo con l' Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) 1.1.2 L' attestato di Certificazione Energetica 1.1.2.1 Quando va fatta la certificazione energetica? Secondo la normativa vigente, in particolare al D.M. 26/06/2009 (Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici) in conformità alla direttiva 2002/91/CE l'ACE va realizzato dal 1° Luglio 2009 in caso di compravendita di immobili e dal 1° Luglio 2010 in caso di locazione onerosa. 1.1.2.2 Chi redige il Certificato? L'ACE viene redatto da un "soggetto accreditato" chiamato certificatore energetico. La formazione, la supervisione dei professionisti accredidati viene realizzata dai decreti attuativi delle Regioni 1.1.2.3 Come va fatto? Viene effettuata una diagnosi energetica dell'immobile, analizzate le caratteristiche termo igrometriche, i consumi, la produzione di acqua calda, di raffrescamento e riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. In seguito il Certificatore compila il documento e rilascia la Targa Energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell'immobile. 1.1.2.4 Perchè fare il certificato energetico? I vantaggi per un' abitazione di possedere l'ACE sono diversi Aumento del valore di un immobile con consumi energetici bassi, possibilità ad eventuali acquirenti di risparmiare sui consumi energetici negli anni successivi all' acquisto e usufruire di incentivi statali. Incentivazione alla costruzione di edifici ad alto rendimento energetico e ristrutturazioni energetiche con evidenti miglioramenti del livello di inquinamento da CO2. Accesso alle detrazioni del 55% per il risparmio energetico. 1.1.2.5 Quanto costa? Il costo di un certificato energetico si aggira sui 300€ per un' abitazione media. Il professionista per redigere del documento ha bisogno di 2-3 giorni lavorativi dopo il sopralluogo. 1.1.3 Differenza tra ACE (attestato di certificazione energetica) e AQE (attestato di qualificazione energetica) Una prima importante differenza sta nel soggetto che redige il documento: L' AQE può essere redatto dal progettista o dal direttore dei lavori, quindi da un tecnico abilitato anche coinvolto nei lavori. Viene rilasciato dal costruttore e consegnato al comune insieme alle documentazioni per il rilascio della dichiarazione di fine lavori. L' ACE invece va redatto da un Certificatore Abilitato. Seconda differenza sta nel fatto che l' AQE non è specificata la classe energetica dell'edifico E' un documento che secondo il dlgs 311/06 deve sostituire temporaneamente l' ACE, in attesa che le regioni emettano i decreti attuativi ad hoc. L' AQE ha validità 12 mesi dopo l'entrata in vigore delle Linee guida nazionali. IL RISCALDAMENTO CHE FA LA DIFFERENZA 1. SETTORE CALDAIA Per poter raggiungere i risultati discussi sopra le nostre proposte si basano su due delle tecnologie più moderne a nostra disposizione: la tecnologia a condensazione e la tecnologia ad accumulo. Entrambe le proposte consentono di rivoluzionare completamente la logica di funzionamento di un impianto termico rendendolo adattabile alla richiesta di calore, riducendo drasticamente le accensioni e gli spegnimenti dei bruciatori (momenti di massimo consumo e inquinamento) in modo tale da bruciare le calorie effettivamente richieste nel momento di utilizzo. Le due proposte, pur raggiungendo lo stesso scopo, sono molto diverse come concezione tecnica. 1.1. LA TECNOLOGIA A CONDENSAZIONE Le caldaie e le centrali termiche basate sulla tecnologia a condensazione utilizzano generatori termici completamente modulanti a condensazione, funzionanti singolarmente o in cascata con una termoregolazione a 4 punti (temperatura esterna, di mandata, di ritorno e ambiente). Tale tecnologia permette: • una riduzione del 20÷30% sui consumi di combustibile con il conseguente risparmio sui costi di gestione • una bassissima produzione di emissioni inquinanti e il miglioramento della qualità di vita e ambientale, grazie all’alto rendimento e allo scarico nelle acque nere delle condense prodotte dalla combustione • negli impianti esistenti a grosso contenuto di acqua vengono esaltate le caratteristiche della caldaia a condensazione e in abbinamento alla consigliata regolazione climatica esterna e interna si migliora il comfort abitativo e salutare 1.2. LA TECNOLOGIA AD ACCUMULO Gli impianti basati sulla tecnologia ad accumulo sfruttano l’energia termica proveniente da svariate fonti (pannelli solari, pompe di calore, stufe, caminetti, energia elettrica, metano) immagazzinandola in grossi accumuli termici “enormi thermos” fornendola all’impianto di riscaldamento o sanitario solo quando necessario. Tale tecnologia consente: • di utilizzare dei generatori con una potenzialità installata ridotta di circa il 30÷40% rispetto alle altre tecnologie a parità di prestazioni • l’utilizzo di centrali termiche con potenzialità inferiori ai 35 kW, consentendo di eliminare l’obbligo di adeguamento dei locali caldaia alle Normative Antincendio VV.FF. • l’accumulo termico e la produzione di acqua calda in maniera istantanea abbattendo quasi totalmente il pericolo della proliferazione del batterio della legionella o virus del legionario (verificato a livello europeo) Entrambe le soluzioni offrono vantaggi considerevoli sia dal punto di vista del rendimento medio stagionale (rispetto alle caldaie tradizionali si ha un risparmio energetico del 20-30% con lo stesso combustibile, che sale al 30-50% in confronto a centrali termiche obsolete), sia per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico, la sicurezza e la salute. 2. SETTORE ENERGIE ALTERNATIVE (SOLARE – GEOTERMIA) Un'altra importante scelta impiantistica riguarda la possibilità di utilizzare l’energia alternativa gratuita che ci offre la natura. In tal caso oltre ad avere un sicuro risparmio energetico si contribuisce all’abbattimento del livello globale di inquinamento. Oggi, l’energia solare può essere sfruttata sia per la produzione d’acqua per uso sanitario che per il riscaldamento degli ambienti nel periodo invernale e questo grazie anche alla possibilità di accumulare tale energia e sfruttarla nel momento giusto (bollitori ad accumulo con scambiatori istantanei a piastre). Inoltre i moderni pannelli solari sottovuoto riescono ad “assorbire” energia dal sole anche nei mesi invernali e nelle giornate a cielo coperto sfruttando l’energia dei raggi ultravioletti e consentendo lo sfruttamento dell’energia solare su tutto l’arco dell’anno. GEOTERMIA Il calore della Terra è una fonte di energia naturale che da sempre accompagna la storia dell'uomo fin dalle sue origini. La stessa vita biologica è probabilmente nata in particolari condizioni ambientali tra acqua e fuoco. Come funziona la geotermia? La temperatura del suolo superficiale e del sottosuolo non è uguale, man mano che si scende in profondità, in media ogni 100 metri, la temperatura delle rocce aumenta di +3° C. In alcune particolari zone questa caratteristica tende ad accentuarsi e la temperatura del sottosuolo è leggermente più alta della media, un fenomeno causato dai fenomeni vulcanici o tettonici. In queste zone calde l'energia può essere facilmente recuperata mediante la geotermia convogliando i vapori provenienti dalle sorgenti d'acqua del sottosuolo verso apposite turbine adibite alla produzione di energia elettrica o riutilizzando il vapore acqueo per il riscaldamento, le coltivazioni in serra e il termalismo. Le principali applicazioni del vapore naturale proveniente dal sottosuolo sono due: • La generazione di energia elettrica tramite il classico metodo delle turbine. • Il calore geotermico incanalato in un sistema di tubature utilizzato per attività locali di teleriscaldamento. Per alimentare la produzione del vapore acqueo si ricorre spesso all'immissione di acqua fredda in profondità, una tecnica utile per mantenere costante il flusso del vapore. In questo modo si riesce a far lavorare a pieno regime le turbine e produrre calore con continuità. IMPIANTI GEOTERMICI Gli impianti geotermici sono accorgimenti tecnici dell'ecoedilizia per trasformare le abitazioni in luoghi caldi in inverno e freschi d'estate senza ricorrere ai tradizionali impianti di riscaldamento o di climatizzazione. Come fare? Proviamo a spiegarlo. Un mini impianto geotermico utilizza sonde nel sottosuolo delle abitazioni per sfruttare il naturale calore del terreno. Come sappiamo già il calore della terra aumenta con la profondità ed è sempre costante in ogni periodo dell'anno. Le sonde sono collegate ad una pompa di calore e al sistema idraulico per estrarre il caldo o il fresco a seconda delle esigenze. Generalmente le sonde arrivano in profondità dai 5 metri fino ai 100 metri nel sottosuolo in base alla dimensione dell'impianto. L'ammortamento della spesa iniziale. Come tutti gli investimenti nel settore dell'energia rinnovabile richiede un periodo di ammortamento della spesa iniziale molto lungo, in base all'entità stessa dell'impianto. Nel caso dell'impianto di climatizzazione o raffrescamento naturale l'ammortamento della spesa è più breve. Informatevi presso l'azienda installatrice di vostra fiducia o richiedete più preventivi. Considerando i ricavi sociali di questi impianti è però necessario un quadro edilizio-normativo incentivante e una maggiore attenzione da parte della classe politica e dei governi. L'installazione degli impianti geotermici per il riscaldamento o la climatizzazione si presta in particolar modo nelle nuove costruzioni senza con questo escludere le applicazioni nelle vecchie costruzioni. Ancora una volta dimostriamo come essere ecologisti non voglia dire essere contrari al mercato. I vantaggi economici della diffusione degli impianti geotermici sono evidenti: • la mini-geotermia contribuisce a rilasciare il settore edile e l'occupazione • riduce la spesa in bolletta dei proprietari degli immobili • riduce l'importazione di petrolio o gas nel nostro paese • migliora la qualità dell'aria e dell'ambiente in cui viviamo riducendo l'impatto sulla salute (minore spese sanitarie private, minore spesa pubblica e imposte sanitarie) • il minore inquinamento di CO2 si colloca nel rispetto del Protocollo di Kyoto Questi sono i vantaggi tipici delle risorse rinnovabili. Gli impianti geotermici, insieme a tutti gli altri accorgimenti dell'ecoedilizia, sono una risposta concreta e immediata. Restano però un puro esercizio di stile in un mercato edile privo di regole e di un quadro normativo adeguato. 3. SETTORE DISTRIBUZIONE Per quanto riguarda la parte di lavoro inerente alle tubazioni, raccorderie, corpi scaldanti, pannelli radianti, minuterie e apparecchiature in generale da sostituire o da aggiungere nei vari impianti idrici, sanitari, riscaldamento e di condizionamento è nostra abitudine utilizzare prodotti di alta qualità seguita da una particolare attenzione nell’esecuzione e nella posa degli stessi. In tal caso ci è possibile offrire ai nostri clienti garanzie particolari (5 e/o 10 anni kasko e 10 anni RC). In particolare l’utilizzo di materiali plastici piuttosto che di acciaio o rame sia nelle linee principali che nelle distribuzioni ai singoli attacchi idraulici, offre dei vantaggi considerevoli in termini di resa, durata, affidabilità e manutenzione. Negli impianti di tipo sfilabile, che adottiamo ormai da anni nel’80% delle realizzazioni, possiamo garantire l’eventuale sostituzione completa delle tubazioni senza nessuna opera muraria (10 anni di garanzia su tutti gli impianti sotto traccia). 4. CORPI SCALDANTI I sistemi di riscaldamento a bassa temperatura con corpi scaldanti aventi estese superfici radianti a pavimento/parete/ soffitto uniscono i vantaggi di un elevato comfort ambientale a quelli di un notevole risparmio energetico e economico, non dimenticando l’aspetto salute. Il profilo della temperatura negli ambienti riscaldati a bassa temperatura è vicino all'andamento ideale per il comfort umano. La maggior superficie dei corpi scaldanti, con temperatura di pochi gradi più alta rispetto all’aria ambiente riscalda l'intero locale alla temperatura desiderata in funzione della temperatura esterna (modulazione automatica in caso di apporto di calore esterno). La sensazione che prova l’utente è quella di essere “avvolto in un dolce tepore primaverile”. A ciò va aggiunto che la grande superficie cede circa dal 50 all'80% del calore per radiazione, mentre in caso di riscaldamento con radiatori ad alta temperatura si raggiunge solo il 25%. In tal modo si riducono notevolmente i vortici di polveri derivati dai moti convettivi dell’aria e si evita la stratificazione della temperatura. La bassa temperatura dei corpi scaldanti e quindi dei sistemi di distribuzione consente inoltre di avere minori dispersioni verso l’ambiente esterno, dipendendo queste ultime come noto dalla differenza di temperatura tra interno e esterno. In fine l’adozione di sistemi di riscaldamento a bassa temperatura inoltre consente una distribuzione ottimale dell’umidità nell’ambiente con evidenti benefici dal punto di vista della salute personale; infatti riducendosi la stratificazione del calore si elimina quella cappa ed alta temperatura e umidità che si forma sotto il soffitto negli impianti funzionanti ad alte temperature. TECNOLOGIA MODERNA E COLLAUDATA PER DARE TUTTE LE SOLUZIONI La nostra ditta grazie all’utilizzo delle tecnologie sopra descritte e di molte altre sufficienti alla soddisfazione di qualsiasi Vostra esigenza impiantistica, abbinate ad una consulenza e progettazione personalizzata anche sull’isolazione termica e acustica, riesce a dare una risposta a tutti i vostri problemi. Inoltre con le nostre soluzioni sono possibili i seguenti vantaggi: VANTAGGI TECNICO/GESTIONALI • un ambiente più salutare e confortevole • una potenzialità installata ridotta del 30-50% rispetto alle tecnologie tradizionali • minori disfunzioni tecniche (materiali di alta gamma e impianti centralizzati) • acqua calda istantanea a volontà • eliminazione del problema del calcare nei generatori/scambiatori • contabilizzazione e monitoraggio dei consumi • predisposizioni per l’allacciamento di fonti alternative VANTAGGI ECONOMICI • un risparmio energetico del 30-60% a parità di condizioni climatiche rispetto a tecnologie tradizionali • garanzie degli impianti 5 e/o 10 anni RC • recupero fiscale del 50-65% • iva al 10% per la massima parte dei lavori

Raccontateci la vostra storia. Come ha avuto inizio l'azienda?

L'azienda prosegue le orme di famiglia come dire di padre in figlio la nostra è una impresa famigliare

Chi collabora nel vostro gruppo? Che tipo di formazione ed esperienza hanno i vostri collaboratori?

nessuno

Commissionate qualche tipo di lavoro? A Chi?

In genere privati

Quanti lavori realizzate annualmente? Qual è il preventivo medio?

25/30 su uno sviluppo di 70/80 offerte il preventivo varia a seconda dei lavori da un minimo di 2000,00 euro ad un massimo di 50000,00 euro

In quali tipi di lavoro siete specializzati?

Costruiamo tutti gli impianti tecnologici di una intera abitazione nell'ambito sia civile che industriale

Quali sono i lavori più richiesti?

Rifacimenti bagni, ristrutturazione in genere di appartamenti e case famigliari, centrali termiche, impianti solari termici e fotovoltaici,climatizzazione,sostituzione caldaie e successive manutenzioni programmate,Riscaldamento e raffrescamento a pavimento con deumidificazione controllata e ricircolo dell'aria

Con quali materiali o marche vi piace lavorare?

materiale di ottima qualità e servizio tecnico sempre seguito dalle case madri

Di quali dati avete bisogno per poter fornire un preventivo dettagliato?

tutti i dettagli per meglio formulare l'offerta del cliente e soddisfare le sue richieste

Cosa vi differenzia dalla vostra concorrenza? Perché un cliente dovrebbe scegliere voi?

l'esperienza e un continuo aggiornamento sui prodotti e la qualità dei materiali

Che tipologia di clientela avete? Qual è il vostro cliente ideale?

Colui che che sposa per noi la stessa nostra filosofia cioè il RISPARMIO ENERGETICO

Quali sono i dubbi più frequenti dei vostri clienti? E cosa rispondete loro?

parlando di risparmio energetico il dubbio più frequente è il tempo di ammortamento della spesa dei lavori

Quali garanzie offrite ai vostri clienti sui lavori svolti?

di legge

Quali modalità di pagamento accettate? Offrite agevolazioni sulle forme di pagamento?

acconto 30% accordo lavoro 50% saldo inizio lavori 20% saldo fine lavori bonifico bancario

Di quali lavori siete più orgogliosi?

tutti
Progetto di Esse.ci.comfort

Ultime risposte degli esperti di Esse.ci.comfort

Matteo G

Matteo G, ha domandato...

A chi devo rivolgermi per costruire una casa nuova?

Ciao ho intenzione di costruire una casa completamente da zero su un terreno edificabile. Ciò che mi domandavo è a chi rivolgermi ed in che modo procedere.

Vi ringrazio

Francesco

Esse.ci.comfort, ha risposto...

Buongiorno Sig.Matteo, bisogna rivolgersi ad uno studio di progettazione dove questo per prima cosa vedrà se il terreno di sua proprietà sia edificabile, fatto questo,procederà con un progetto a seconda delle sue richieste, il progetto verrà presentato in comune di appartenenza,che di seguito lo approverà se lo ritiene corretto oppure potrà rivederlo con...

Emiliarosaria1

Emiliarosaria1, ha domandato...

Da dove devo iniziare se voglio costruire casa?

Ciao vorrei più che altro un consiglio da chi ne sa sicuramente più di me. Vorrei costruire su un terreno completamente edificabile ma non so proprio da dove cominciare. Qualcuno può aiutarmi?

Vi ringrazio

Francesco

Esse.ci.comfort, ha risposto...

Buongiorno Emilia, bisogna rivolgersi ad uno studio di progettazione dove questo per prima cosa vedrà se il terreno di sua proprietà sia edificabile, fatto questo,procederà con un progetto a seconda delle sue richieste, il progetto verrà presentato in comune di appartenenza,che di seguito lo approverà se lo ritiene corretto oppure potrà rivederlo con delle...

Alessandro Z

Alessandro Z, ha domandato...

Come costruire una casa?

Ciao e buongiorno. Vorrei costruire su un terreno già pronto ma non so proprio da dove cominciare ed in che modo poter concretizzare tale progetto. Qualcuno può illustrarmi tutto l'iter e le procedure?

Grazie mille

Francesco

Esse.ci.comfort, ha risposto...

Buon giorno Sig.Alessandro, bisogna rivolgersi ad uno studio di progettazione dove questo per prima cosa vedrà se il terreno di sua proprietà sia edificabile, fatto questo,procederà con un progetto a seconda delle sue richieste, il progetto verrà presentato in comune di appartenenza,che di seguito lo approverà se lo ritiene corretto oppure potrà rivederlo...

Impresa di Energie Rinnovabili simili
Senza recensioni
siamo uns società specializzata nell'efficientamento energetico sia del cliente privato che delle piccole, med... leggi ancora
Costruzioni e restauri edili sul nuovo e sul vecchio, tutti i tipi di impianti tradizionali e a risparmio ener... leggi ancora